L’era Glaciale

L'era_glaciale.jpg

Regia: Chris Wedge, Carlos Saldanha
Sceneggiatura: Michael Berg, Michael J. Wilson, Peter Ackerman
Montaggio: John Carnochan
Musiche: David Newman
Produzione: Blue Sky Studios, Fox Animation Studios
Distribuzione: Twentieth Century Fox
Paese: USA 2002
Uscita Cinema: 24/04/2002
Genere: Animazione
Durata: 81 Min
Formato: Colore
 
TRAMA

L’era Glaciale è una commedia ampia, basata sui personaggi, che ci porta indietro nel tempo di ventimila anni, in un mondo meraviglioso abitato da creature grandi e maestose. E’ la storia di quattro personaggi disfunzionali: Manny, un acerbo e lanuginoso mammuth, Sid, un irriverente e forastico bradipo, e Diego, una scaltra tigre dai denti a sciabola. Questo improbabile trio è costretto a collaborare per riportare un cucciolo d’uomo alla sua famiglia. Quel che il mammuth e il bradipo non sanno, è che la tigre li sta conducendo ad una trappola, che potrebbe rivelarsi per loro letale. Mentre i tre s’avventurano nel paesaggio immenso e coperto dai ghiacci, un’altra creatura, uno scoiattolo preistorico di nome Scrat, sta disperatamente cercando di portare a termine la sua missione di vita – seppellire una ghianda – una missione che, questa pure, innescherà una serie di calamità. Al primo incontro, Manny usa tutto il suo sarcasmo per proteggere se stesso e i propri sentimenti. Ma il viaggio di Manny nel film gli consentirà infine di abbracciare quel mondo cui ha voltato le spalle. Sid è un bradipo dalla lingua svelta e dall’incendere lento, che cerca sempre di vivere a sbafo. Soprattutto, è bravissimo nel cacciarsi nei guai. Gli va bene di imbattersi in Manny, che senza volerlo gli salva la pelle. Incapace di scrollarsi di dosso questo nuovo bagaglio, Manny diventa suo malgrado il “protettore” di Sid, e si ritrova impelagato ad aiutare Sid a riportare il cucciolo d’uomo che si è smarrito alla sua famiglia.

 

Vuoi inserire video, foto e voce nel tuo annuncio? Ora lo puoi fare con Patashon!

 

L’era Glacialeultima modifica: 2008-12-18T10:23:15+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento